LACRIME

Vorrei piangere lacrime di parole tanto attese

Tristezza infinita

Immensa solitudine

Perdono dove sei?

Ti cerco con tutta me stessa ma non ti trovo

Dio dell’amore dove sei?

Nella mia infinita inutilità cerco un ponte fra me e te

E prego di trovare la certezza che tanto bramo e anelo

Sorrido in attesa di un giorno migliore, di una pasqua umana

Non divina ma umana

Sorgente di vita bagnami del tuo amore

e io ti ringrazierò con la mia infinità lode

Abbi pietà di me

 

 

 

Rispondi